Fotocamere reflex digitali recensioni

Fotocamere reflex digitali recensioni

kodak-e-fallita

(il nero sono io, il rosso sei tu)

ritorno a scrivere dopo un bel pò di tempo… come mai che problemi hai avuto? che ti frega? pensa ai fatti tuoi! pensa piuttosto alla kodak! la kodak? cos’è?

forse non lo sai ma ai tempi dell’analogico le aziende fotografiche che detenevano il vero potere erano quelle che fabbricavano pellicole. fuji, kodak, agfa e polaroid erano le più grandi di tutta una serie di case che economicamente parlando della fotografia si beccavano la fetta più grossa, anche allora c’erano nikon e canon ma funzionava diversamente rispetto ad oggi. professionisti e fotoamatori acquistavano fotocamere ogni morte di papa, sia perchè erano costruite meglio rispetto alle plasticotte odierne e duravano di più, anche in eterno se tenute bene, sia perchè gli aggiornamenti all’epoca si facevano solo quando si cresceva di livello, si comprava una entry level che era una fotocamera uguale alla professionale ma costruita con materiali più economici e qualche funzione inferiore, e poi diventando più bravi e con qualche soldo in più si poteva pensare a comprare un corpo migliore, ma la vera spesa si faceva sulle ottiche che rappresentavano uno dei due elementi per ottenere la qualità, l’altro era il rullino!

infatti un corpo scadente abbinato a un’ottica e una pellicola di pregio garantiva risultati eccellenti(te lo sto ripetendo dal primo articolo di questo blog). ma se le ottiche, come oggi, costavano tanto e si compravano raramente, i rullini dovevi comprarli per forza, e non accorgendotene ti ritrovavi a fine anno ad aver rifiutato l’acquisto di un nuovo obbiettivo per non spendere 200 o 400 mila lire, e a fine anno tra rullini sviluppo e stampe avevi speso quasi un milione di lire… ti uscivano a 15-20 mila lire a settimana e non ci facevi caso.

da qui è evidente da dove proveniva il potere di certe case produttrici come la kodak, che per usare un termine tecnico scientifico nel campo dell’economia: “su nikon e canon ci pisciavano sopra!” potere che poi è svanito col digitale, c’è chi l’ha cavalcato male, chi l’ha negato, chi l’ha combattuto, fatto sta che hanno perso tutti. il digitale ha vinto, e non tanto perchè migliore, ma perchè il marketing l’ha fatta da padrone, si è semplicemente stabilito che il digitale doveva vivere e la pellicola doveva morire. la pellicola è morta anche in un periodo in cui si girava con certe digitali che costavano miliardi e rendevano dei file che non valevano un millesimo della più scadente pellicola in commercio. ma ormai è inutile piangere sul latte versato, per due motivi:

  1. piangersi addosso non serve a niente;
  2. la storia ha dimostrato che l’evoluzione del digitale che sembrava inarrestabile e infinita come tutte le cose ha raggiunto un punto che può definirsi di “maturità”, sono ormai 2, 3 o forse 4 anni che a livello di evoluzioni dei sensori non ci sono più rivoluzioni, ma semplici, periodici e fisiologici aggiornamenti e miglioramenti.

qualcuno se n’è accorto… e siccome anche la pellicola si evolveva così da decenni, avranno pensato: “ma vuoi vedere che se ricominciamo a fare pellicole come facevamo prima gli facciamo il culo a tutti?”

premetto subito che io penso sia possibile…. ma solo tecnicamente… nella realtà non accadrà mai perchè ormai è troppo comodo non sviluppare e aspettare e pagare per vedere le proprie foto quando una fotocamera digitale te le restituisce all’istante. quindi per tutti i tifosi del digitale dico: “dormite sonni tranquilli che nessuno verrà a bruciare le vostre digital camera”.

e quindi la notizia che tutti da giorni pompano alla grande come qualcosa di eccezionale:

ESCLUSIVO: Kodak Ektachrome 100 sta tornando in formato 35mm

 

eccola colei che ci salverà dall'oblio...

ecco colei che ci salverà dall’oblio…

notizia che ha dello sbalorditivo! finalmente! la rivincita! siamo tornati! cioè sai che vuol dire che finalmente kodak ha capito che la pellicola vive e finalmente tutti ritorneremo a usare le fotocamere a rullino??? smorzo subito il mio entusiasmo e penso… ma questi fenomeni dov’erano quando hanno fatto fallire kodak? perchè hanno mollato? perchè non hanno combattuto? perchè kodak è fallita? cosa hanno sbagliato? cosa c’è di nuovo?? eppure qualcosa di buono l’avevano anche fatto per rimanere vivi anche abbandonando la pellicola e diventare concentrarsi solo sul digitale, mi ricordo questa ad esempio che fecero in collaborazione con nikon e canon, un corpo nikon con una versione con baionetta nikon e una canon:

kodak dcs pro 14

kodak dcs pro 14

ma qualcosa è andato storto… leggo meglio e capisco tutto…

ESCLUSIVO: Kodak Ektachrome 100 sta tornando “in formato 35mm”!?!?

ecco cosa c’è di nuovo… niente!

erano scemi quando sono falliti sono scemi ancora oggi, non paghi delle cazzate passate ripartono di slancio con ulteriori cazzate…

ma dico io, decidi finalmente di rientrare nel mondo della fotografia e lo fai nell’unico formato in cui LA PELLICOLA NON HA LA MINIMA POSSIBILITA’ DI CONCLUDERE UNA BEATA MINCHIA????

cioè? fammi capire…

devi sapere che il 35mm detto anche formato leica è un tipo di rullino che si basa su un tipo di fotocamere che non sono niente di più e niente di meno delle attuali fotocamere a formato pieno o anche “full frame” con la differenza che al posto del rullino ci sono i sensori, per capirci le reflex full frame hanno un sensore delle dimensioni di 24mm x 36mm. e il rullino 35mm pure. per capirci:

questa…

io ho iniziato col modello vecchio di questa qua. ha tutto, con meno di 30 euro la compri su ebay, ed è perfetta per imparare!

e questa..

(sempre foto presa da internet) 6mila cucuzze forse meno....mette a fuoco le mosche. mio cugino ci accende anche fuoco tanto è efficace l'af! confronta queste due macchine fotografiche con i giocattoli della prima foto in alto che vendono nei megastore, e fatti delle domande.

hanno le stesse dimensioni(del sensore/pellicola), stesso potenziale sulla carta per quanto riguarda il rumore e la gamma dinamica, con 3 differenze:

  1. il digitale attualmente è spinto da almeno un centinaio di multinazionali che guadagnano e investono miliardi nello sviluppo, nel marketing,nell’innovazione… nella pellicola solo kodak…
  2. il digitale è fai da te e con costi bassissimi, la pellicola, e questa in particolare, necessita di processi di stampa chimici e ormai estinti,scattare a pellicola per poi stampare in digitale con le inkjet è da idioti! o stampi in chimico o stampi con la inkjet da 80 euro tanto è uguale.
  3. la pellicola ti limita sia nell’uso operativo (togli-metti rullino; costi per scatto;impossibilità di variare iso; resa cromatica fissa per tutta la durata della pellicola) e anche il processo di sviluppo è fuori controllo da parte del “fotografo”, il quale o si prende una laurea in “chimicologia e sviluppo della camera oscura” (NB: questa facoltà non esiste) e investe milioni per fare da se, o dovrà passare mesi e anni a litigare con i laboratori (laboratori che si sono estinti nel frattempo)per ottenere le foto come vuole lui, mentre col digitale e con i programmi di foto editor è tutto nelle sue mani e a costo zero.

in più c’è da dire che attualmente gli enormi sforzi profusi del “punto 1” in poco più di un decennio ha fatto si che il livello dei sensori in commercio da qualche anno a questa parte è notevolmente superiore a quanto ci poteva dare una pellicola 35mm, la qualità attuale noi ce la sognavamo. il M4/3 formato esattamente più piccolo della metà del 35mm offre molto di più di quanto mi offriva una pellicola 35mm 20 anni fa…

cioè, chi e perchè a parte te che fai il mio corso il mio, dovrebbe abbandonare la propria reflex full frame per ritornare alla pellicola spendendo di più e ottenendo di meno?

la pellicola è morta?

no! e io ne sono una dimostrazione perchè la uso ancora.

un neofita la può usare ancora per IMPARARE A FOTOGRAFARE.. i limiti della pellicola sono l’ideale per imparare a fotografare, o meglio sono le facilitazioni del digitale che impediscono un apprendimento della tecnica, non a caso il più grande fotografo di tutti i tempi tiene un corso online dove fa usare per qualche mese delle fotocamere a pellicola per imparare i rudimenti. ma davvero? e chi è? tua sorella in cariola! alcuni la usano per darsi un tono su come sono dei veri artisti, artisti dannati, e si fanno le pippe su quanto sono rivoluzionari e anticonformisti sperando di farsi qualcuna che puntualmente va con quello che ha il macchinone.

un trucco ci sarebbe per rendere attuale la pellicola, scattare a pellicola, sviluppare i negativi, scannerizzare i negativi con degli scanner costosissimi e poi avere un file da poter manipolare da soli sul proprio pc… tutto sto casino però per ottenere cosa? sicuramente non un file migliore di quello prodotto da una digitale FF o APSC, si infatti anche i file prodotti dagli apsc persino del M4/3 sono migliori di quello che puoi ottenere con una fotocamera 35mm a pellicola, quindi perchè?

allora tu perchè la usi? io la uso perchè non sono scemo, uso si ancora la pellicola ma non il formato 35mm, io uso il 120mm, il medio formato, quello che per intenderci mi produce dei negativi 6×6 (cm).

ti faccio vedere un’immagine:

misure dei diversi formati delle pellicole

misure dei diversi formati delle pellicole, chi ha fatto questa immagine (che ho preso da internet è una capra! 24x 36mm è corretto, le altre misure sono in CENTIMETRI, altrimenti sarebbero molto più piccole.

il 90% delle fotocamere che hai mai visto nella tua vita ha un sensore più piccolo di molto, alcune di poco e alcune uguale al quadratino più piccolo. è quello il FF, è quello il 35mm formato del rientro della kodak. una cosa che devi sapere è che SULLA CARTA un sensore più grande ti offre potenzialità maggiori perchè l’essere di dimensioni maggiori implica lavorare su una superficie maggiore, quindi meno ingrandimenti e facilità di elaborazioni, oltre a garantire una latitudine di posa (oggi gamma dinamica) maggiore che significa “maggiori sfumature di luce e di colori. perchè sulla carta? perchè io uso digitali con sensori più piccoli del FF (35mm) e campo benissimo e ottengo risultati eccellenti, il 99% dei fotoamatori usano fotocamere SOVRADIMENSIONATE alle proprie capacità. devi sapere inoltre che ultimamente stanno ritornando in auge molte fotocamere medio formato in versione digitale, che con qualche decina (anche meno) di migliaia di euro ti porti a casa comprese di ottiche, e tutte queste hanno sensori leggermente più piccoli o poco più grandi di quello di 4,5×6 cm.

questa è una medio formato digitale.

questa è una medio formato digitale.

va da se che se hai una pellicola di 6×6, usata con una fotocamera con un ottica eccellente:

la regina delle medio formato 6x6

la regina delle medio formato 6×6

pellicola magari non una scaduta, magari una di quelle a sensibilità bassa, magari in BN dove ancora la pellicola ha raggiunto livelli che il digitale ancora non ha raggiunto, e magari ti doti di uno scanner piano di 200 euro circa che quello si che riesce a tirare fuori dei file di circa 100mpx che “il digitale gli fa una pippa” allora è qui che la pellicola vive! è qui che la pellicola ancora regna! è qui che la pellicola ancora ha senso e motivo di interesse sia da parte dell’utilizzatore che degli investitori. poi se si usano formati ancora più grandi dove il digitale non si è ancora nemmeno addentrato il discorso ha ancora più senso. ha più senso investire in un settore dove NON HAI CONCORRENZA!

e dove vanno a investire questi geni??? nel 35mm! chissà quanti soldi butteranno prima di capire che sono le pellicole 120 che ancora oggi rendono sensato l’uso della pellicola nell’era del digitale… magari non dura tanto… qualche decennio.. ma meglio di niente…

probabilmente lo capiranno… probabilmente ci arriveranno… probabilmente succederà quando le case produttrici di fotocamere digitali riusciranno a produrre medio formato performanti come quelle a pellicola e a prezzi più vantaggiosi, cioè…quando non servirà a niente!

io sono uno stronzo, un pezzo di merda, ma perfino io non sono così crudele da far resuscitare qualcuno solo per il gusto di farlo morire di nuovo…

chiedo pietà per la kodak!

pietà e rispetto per la pellicola!

addio mondo crudele…

Fotocamere reflex digitali recensioni 40
Fotocamere Digitali - Schede Tecniche e Video Recensioni
Fotocamere reflex digitali recensioni 13
Fotocamere Bridge: Prezzi, Confronti, Recensioni Ed
Fotocamere reflex digitali recensioni 44
Fotocamere reflex offerte e prezzi su Euronics
Fotocamere reflex digitali recensioni 38
Scopri, confronta e scegli la tua fotocamera
Fotocamere reflex digitali recensioni 47
Nikon D mm VR Fotocamere reflex digitali in
Fotocamere reflex digitali recensioni 70
Sony DSC-HX350 Fotocamera compatta 20.4MP
Fotocamere reflex digitali recensioni 26
Fotocamere reflex digitali recensioni 94
Fotocamere reflex digitali recensioni 9
Fotocamere reflex digitali recensioni 65
Fotocamere reflex digitali recensioni 49
Fotocamere reflex digitali recensioni 74
Fotocamere reflex digitali recensioni 6
Fotocamere reflex digitali recensioni 87
Fotocamere reflex digitali recensioni 35
Fotocamere reflex digitali recensioni 83